La Cascina Castelletto Barbò

Cascina

Spazio polifunzionale, location prediletta e fonte di ispirazione è la Cascina Castelletto Barbò di Cumignano Sul Naviglio, facilmente raggiungibile dalle maggiori città limitrofe come Brescia, Cremona, Piacenza e Lodi.

Racchiusa tra le acque del Naviglio Civico e il Naviglio Pallavicino, la storia della cascina risale al XIV secolo. Pare che i primi proprietari, Anselmo Barbò e la moglie, furono uccisi nei propri letti proprio all’interno di quello che tutt’ora rimane un piccolo monumento dell’architettura rurale lombarda.

Nel 1500, grazie a Galeazzo Pallavicino, capitano del re di Francia Luigi XII, la Cascina Castelletto cominciò un periodo di prosperità, che durò fino al 1900. Grazie alla conformazione a “corte chiusa”, che la proteggeva da scorribande e saccheggi, la cascina brulicava di vita. Era un piccolo villaggio, autosufficiente anche dal punto dei servizi e nel momento di maggiore ricchezza, tra il 1877 e il 1919, i suoi abitanti arrivarono ad essere 110.

Centro focale della cascina era l’aia, zona di convergenza dell’attività agricola, ma anche piccola piazza dove gli abitanti della corte si riunivano per parlare, trascorrere momenti di amicizia e allegria o per festeggiare un buon raccolto e dove i bambini giocavano tra di loro. Proprio quella stessa piazza è oggi il centro delle nostre iniziative.

Per scoprire di più:

Cascina Castelletto su Facebook

Cascina Castelletto sul sito del Comune di Cumignano S/N

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...