Consigli in Aria | Burning Man

Dimenticate il Primavera Sound e Glastonbury; scordatevi di Coachella e del Lollapalooza: dopo questo post esisterà un solo festival straniero che vi farà bruciare di desiderio. Si chiama Burning Man e ogni anno per una settimana, anima Black Rock City nel deserto del Nevada, riempiendo di circa 50mila anime una zona che normalmente è morta. Già solo per questo meriterebbe una visita.

Una veduta aerea di Black Rock City - PHOTO: VIA @STUDIOGOSS

Una veduta aerea di Black Rock City – PHOTO: VIA @STUDIOGOSS

Quello che vedete è un gigantesco parcheggio di auto, camper e mezzi di trasporto vari

Quello che vedete è un gigantesco parcheggio di auto, camper e mezzi di trasporto vari

E’ a grandi linee il corrispettivo di quello che per noi è bruciare la vecchia: anche a Black Rock, infatti, al termine dei festeggiamenti si brucia un fantoccio con le fattezze di un uomo dando così il benvenuto alla nuova stagione. Peccato che in questo caso il fantoccio non solo è altamente scenografico e realizzato con precisione, ma è anche di dimensioni gargantuesche. A parte questo rituale del sabato “non ci sono concerti con grandi nomi e non ci sono esibizioni pubblicizzate. Ognuno dei partecipanti è democraticamente libero di organizzare esibizioni e giochi” e liberamente può decidere se segnarli o no all’organizzazione del festival. Praticamente una sorta di esperimento di comunità artistica autogestita e spontanea.

Il Burning Man, o sarebbe meglio dire Burning Woman, dell'edizione 2013

Il Burning Man, o sarebbe meglio dire Burning Woman, dell’edizione 2013

Questo per darvi un'idea delle dimensioni del fantoccio nel 2013

Questo per darvi un’idea delle dimensioni del fantoccio nel 2013

I fantocci in fiamme nell'appena terminata edizione del 2014 - PHOTO: VIA @JLANDVER

I fantocci in fiamme nell’appena terminata edizione del 2014 – PHOTO: VIA @JLANDVER

Il fatto è che, organizzazione o meno, ogni anno Burning Man diventa sempre più suggestivo. Grazie al contributo di artisti e scultori, ma anche e soprattutto grazie al contributo del deserto, la città fantasma di Black Rock diventa uno scenario fantascientifico e primitivo allo stesso tempo.

Burning Man 2014 - PHOTO: VIA @TARAJUDELLE.

Burning Man 2014 – PHOTO: VIA @TARAJUDELLE.

Un'installazione dell'edizione 2014

Un’installazione dell’edizione 2014

Una delle sculture della Playa, nell'edizione 2013 - Photo by Bexx Brown Spinelli

Una delle sculture della Playa, nell’edizione 2013 – Photo by Bexx Brown Spinelli

Temple by Gus Winkelman - 2013 Burning Man

Temple by Gus Winkelman – 2013 Burning Man

Veduta dall'ingresso del tempio di Giunone - Edizione 2012

Veduta dall’ingresso del tempio di Giunone – Edizione 2012

Se state già pensando di andarci, il dress code è una via di mezzo tra un nativo americano e un cyberpunk, tra un alieno e una creatura fatata con influenze gipsy, steampunk e un po’ yogiche e ci metterei anche un po’ di Cirque du Soleil. Sì insomma, roba facile che tutti hanno nell’armadio.

Photo by Ian Brewer

Photo by Ian Brewer

Indian Yoga Fairy Attendent at the Festiv

Indian Yoga Fairy Attendent at the Festival – Photo by Scott London

Fonte: Pinterest, Instagra, Wikipedia e Refinery29

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...